In questo articolo parto subito dandoti una risposta. Tanti venditori smettono di fare i venditori perché a fare questo mestiere ci si sono trovati, non l’hanno scelto.

Questa è una situazione molto diffusa, il mestiere di venditore raramente è la prima scelta di una persona, la maggioranza dei venditori ci “provano” magari in un momento in cui non hanno lavoro o prospettive e la maggioranza lascia perdere dopo un breve periodo, poi ci sono quelli che rimangono e diventano venditori.

Si! Perché alla categoria dei venditori sono state appiccicate molte etichette, alcuni sono stereotipi che poco hanno a che vedere con la realtà del mestiere, ma prima deve diventare un mestiere e non una prova.

Molte persone, come dicevamo, hanno degli stereotipi verso il lavoro del venditore, cose tipo:

Per fare il venditore devi avere parlantina!

I venditori fregano i clienti!

Ti fanno lavorare finchè vendi a tutta la tua famiglia poi ti cacciano!

Devi andare a disturbare le persone a casa o mentre lavorano!

Così molte altre. Tutte cavolate!

Quando si diventa veri venditori?

I venditori che diventano venditori “VERI”, non fanno nulla di tutto questo! Il venditore vero, che collabora con un’azienda seria, molto probabilmente ha degli appuntamenti con i clienti, fa sicuramente una parte di ricerca di clienti prospect ma raramente è la parte fondamentale del lavoro, parla poco perché è li a soddisfare un’esigenza del cliente e non a piazzare a tutti i costi qualcosa! Ma soprattutto è preparato!

Gli stereotipi e la “brutta fama” dei venditori, dipendono, secondo me, perlopiù dalle aziende che buttano in strada persone senza nessuna preparazione, senza nessun concreto strumento di lavoro e pretendono di ottenere risultati, o meglio, sperano che gettando per strada un certo numero di persone qualcuna diventi un venditore vero, magari da solo! E questo è uno sbaglio! Perché così facendo sguinzagliano persone che hanno si “fame” ma che non hanno alcuna possibilità di concretizzare la loro smania di risultati quindi, per forza di cose, finiscono a commettere gli errori tipici che creano gli stereotipi, ovvero: diventano insistenti, non sanno quando sono inopportuni finendo per diventare rompiscatole, vogliono concludere la vendita ad ogni costo e soprattutto non sono preparati! Facendo brutta figura e dando l’impressione di improvvisazione.

Soddisfare un’esigenza del cliente è la caratteristica del vero venditore

Come ho iniziato

Negli articoli precedenti abbiamo visto insieme quali sono le basi per essere un venditore, ovvero la capacità di creare relazioni durature con i clienti, creare empatia, essere preparati quando si parla del proprio prodotto o servizio ma soprattutto prepararsi prima dell’incontro. Tutte queste cose sono necessarie per differenziarsi dai dilettanti allo sbaraglio!

Anch’io ho iniziato a fare il venditore “per caso”, mi ci sono trovato in un momento della mia vita dove nutrivo una grande volontà di cambiamento e mi sono tuffato in questa avventura con impegno, poca consapevolezza e sinceramente poche prospettive. La mia fortuna è stata quella di aver avuto persone al mio fianco che mi hanno istruito, mi hanno dato i mezzi per essere efficace ed efficiente e tutte quelle basi che ancora oggi sono le fondamenta della mia professionalità.

Nel corso degli anni, ho visto veramente passare tante persone, ragazzi e ragazze che partivano con grandissimo entusiasmo e poi si sgonfiavano come palloncini alla prime avversità, e finivano per mollare dopo poco tempo! Ed alcune di queste persone avevano veramente i numeri per fare bene. Perché accadeva questo nonostante gli fossero state fornite le stesse opportunità che erano offerte me? I motivi molte volte si trovano fuori dall’ambito lavorativo, sono i genitori od i partner che non vedono la vita del venditore come un progetto di vita sicuro, questo perché molte volte sono ancorati agli stereotipi di cui parlavamo prima oppure, più semplicemente, non riescono a capire che per fare il venditore non sarai mai pagato per il tempo che impieghi ma solo per i risultati che porti, e questo per molte persone è inconcepibile!

Come iniziare

Permettimi ora di darti tre consigli se stai pensando di intraprendere la carriera del venditore.

  • E’ un mestiere difficile! Ci vuole autodertiminazione, disciplina e tenacia. I risultati raramente sono immediatamente visibili. Quello che semini oggi però domani può ritornarti con gli interessi, a volte molto alti!
  • E’ un lavoro da professionisti! Non sei un rompiballe, non stai disturbando nessuno e soprattutto non rubi tempo a nessuno! Tu siedi di fronte ad un cliente perché LUI ha un problema e TU una soluzione, se sei in grado di capire cosa vuole il cliente, molte volte sei poi in grado di darglielo.
  • Per essere un professionista devi essere preparato! Se non sei adeguatamente preparato sei solo un dilettante allo sbaraglio come centinaia di altri tuoi colleghi. Preparati e sii differente dalla massa!