Se conosciamo cosa non piace, possiamo adattare la nostra proposta:

se eviti gli errori puoi aumentare il fatturato e le vendite.

Quando crei un sito devi tener conto di dieci errori da evitare in un sito per aumentare il fatturato.

E’ una delle regole basilari del marketing tradizionali e vale a maggior ragione nel web marketing, dove la possibilità di offrire feedback diviene ancora più potente.

Il più grande esperto dell’usabilità su internet, Jakob  Nielsen, ha condotto una monumentale ricerca con il supporto di Google e Yahoo, individuando dieci errori da evitare in un sito per aumentare il fatturato. Provate a rileggerla con l’occhio di un utente e vi accorgerete come molti di questi elementi vi hanno infastidito quando navigavate sul web. Avrete più chiaro , quindi, come impostare il vostro sito: a volte l’eccessivo coinvolgimento impedisce di avere la giusta lucidità per capire come strutturate la vostra vetrina online

Questa la classifica che permette di individuare cosa evitare nella costruzione di un sito per aumentare il fatturato.

Ecco dieci errori da evitare in un sito per aumentare il fatturato:
  1. Pop-up che si aprono
  2. Lentezza nel caricamento delle pagine
  3. Tentativi di ottenere con l’inganno un click
  4. Non avere il bottone “Chiudi”
  5. Sapere di essere controllati su dove si sta navigando
  6. Non spiegare di cosa si tratti
  7. Bottoni o aree lampeggianti
  8. Contenuto che si “sposta” nella pagina
  9. Sezioni che compaiono e scompaiono alternativamente
  10. Musica che parte automaticamente

Cosa ci indica questa classifica dei dieci errori da evitare in un sito per aumentare il fatturato ?

Tiriamo le somme.

1.Meglio l’immediatezza degli effetti speciali:

Non appesantiamo il sito con elementi inutili. L’utente non vuole il mistero ma capire esattamente di cosa stiamo parlando e i parametri della nostra offerta. Gli effetti grafici che lampeggiano “stancano” presto. Molto presto.
Ricordatevi che l’obiettivo è di costruire un rapporto di fiducia con il cliente e non di passare come fenomeni da baraccone. Guardate i siti di molti colossi del mercato e vi accorgerete che la parola chiave è semplicità.

2. Se sappiamo cosa dire, possiamo ottenere risultati a costo zero:

Presentiamo la nostra offerta in modo chiaro.

Abbiamo visto dei casi in cui il neuromarketing ci suggerisce di non svelare il prezzo prima di aver fatto comprendere a pieno il valore della nostra proposta, ma attenzione a apparire reticenti o, comunque, non trasparenti. E ricordiamoci che il tempo è la risorsa più importante. Non abbiate la presunzione di credere che l’utente voglia dedicare troppi minuti al vostro sito. Piuttosto, privilegiate una struttura ad anelli concentrici che parta da un nucleo in cui viene presentato il vostro core business per poi aggiungere dettagli nelle pagine interne.

3. Ottieni di più chiedendo il permesso che con l’inganno:

Tutti navigano su internet eppure c’è ancora una forte diffidenza dettata dal timore che i propri dati possano essere usati impropriamente o che le informazioni tratte dalle preferenze nella navigazione siano sfruttate in modo inopportuno.

Ovviamente, chi realizza un sito ha l’interesse di saperne di più sui visitatori della pagina, ma può raggiungere l’obiettivo con chiarezza e cortesia.

Per esempio, se spieghiamo chiaramente perché richiediamo la mail e indichiamo cosa daremo in cambio, non soltanto crescono le possibilità che quell’utente accolga l’invito ma la nostra reputazione si rafforzerà e potremo beneficiare degli effetti del passaparola.

Studi, statistiche e ricerche scientifiche

  • La ricerca è stata condotta da Nielsen Norman Group
  • Jakob Nielsen, il massimo esperto della fruibilità su internet, invia ogni quindici giorni un articoli agli iscritti alla newsletter.
  • Una scarsa usabilità del sito può ridurre il numero di conversioni dell’80%

    Adesso avrai più chiari quali sono i dieci errori da evitare in un sito per aumentare il fatturato.

.