La comunicazione persuasiva ha il potere di far vendere tutto? No. Ma può indirizzare le strategie di marketing, aumentare le percentuali di conversione e trasformare un’idea originale in un’innovazione di successo.

La comunicazione persuasiva applicata al business ha l’obiettivo di migliorare l’immagine del brand agli occhi del cliente per convincerlo dell’opportunità di un acquisto. Queste due fasi possono essere contemporanee o differite tra loro.

In entrambi i casi prevedono una pianificazione che tenga conto della reazione del consumatore, dell’assorbimento del feedback e l’acquisizione dei risultati per modellare le strategie successive.

In questo articolo vedremo come un articolo bizzarro come le pellicce a fiori possa essere un valido test per chiunque volesse mettere alla prova le proprie abilità di marketer.
Come esempio utilizzeremo un ipotetico negozio di borse e accessori che decide di aprire al mondo dell’ecommerce puntando sulle pellicce con fiori come prodotto originale di punta.

Comunicazione persuasiva : crea un percorso

Per chi fa comunicazione persuasiva è fondamentale sapere il punto di arrivo. Ma è altrettanto importante sapere il come arrivarci, quali ostacoli siano da superare e come opporre soluzioni ai problemi che si potranno incontrare. E’ evidente che una strategia di comunicazione persuasiva debba puntare alla vendita finale, ma questa arriverà dopo un percorso di avvicinamento. Se il nostro negozio di borse e accessori vuole proporre pellicce con fiori non potrà limitarsi a riportare tutto in una pagina del sito ecommerce.

Intanto il fatto che ci sia un sito ecommerce potenzialmente disponibile non ci assicura affatto che qualcuno effettivamente finisca nella pagina da noi auspicata. Dovremmo quindi pensare a come generare e aumentare il traffico sul web. In seconda battuta, se proponiamo un articolo originale come le pellicce con fiori dobbiamo chiederci se questo articolo non meriti una presentazione più accurata per spiegare all’utente di cosa si tratti.

Seo, comunicazione persuasiva, borse e accessori

Ecco che arriviamo al primo fondamentale bivio. Dobbiamo decidere se vogliamo che il nostro potenziale cliente approdi sulla pagina istituzionale del nostro sito ecommerce e poi si sorprenda a trovare nell’offerta pellicce con fiori.

Oppure se vogliamo aggredire una nicchia di clienti interessati alle tendenze della moda. In questo caso dovremo procedere a una campagna SEO in modo che la pagina del nostro sito e-commerce di borse e accessori appaia in alto nella prima pagina sui motori di ricerca per chi ha digitato la chiave “pellicce con fiori”.

Probabilmente la seconda opzione è più funzionale ma richiede uno sforzo supplementare per guadagnare spazio sui motori di ricerca. Un’analisi SEO preventiva ci potrà suggerire che tipo di sforzo dovremo compiere.
A quel punto potremo fare un calcolo di costi e benefici tenendo conto che il SEO richiede un lavoro di mantenimento per il quale dovremo impegnarci in un lavoro ulteriore per conservare nel tempo la posizione acquisita.

Nei prossimi articoli vedremo i passi successivi per sfruttare le risorse della comunicazione persuasiva per lanciare un business. Utilizzeremo ancora  come modello un negozio di borse e accessori che vuole lanciare una linea di pellicce con fiori.

Comunicazione persuasiva e ecommerce di borse e accessori per pellicce con fiori : come dare valore anche ai prodotti più stravaganti