Un libro da dover leggere e poco tempo a disposizione.

Memorizza prima di leggere.

A quasi tutti è capitato di trovarsi in questa situazione: magari da studenti in ansia per un’esame da preparare o come professionisti con la volontà di aggiornarsi ma sempre con i minuti contati.

Avere tante pagine da leggere e poco tempo a disposizione.

Qual è l’approccio tipico?

Testa bassa, sguardo fisso sulla prima riga e via: come se fosse una maratona da correre tutta in apnea sperando di arrivare sani e salvi in fondo.

E come finisce solitamente?

Pagina dopo pagina, l’entusiasmo lascia spazio alla stanchezza e alla confusione nel non riuscire a dare un’ordine e una logica alle informazioni ricevute e il giorno dopo avrai ancora una miriade di pagine da leggere.

Anche se ci si sforza di ripetere ciò che si è appena letto, si fa fatica e l’aggravante è che a distanza di tempo tutto viene cancellato.

Perché questo sistema non funziona?

Semplice, non è un sistema intelligente nel senso etimologico del termine.

Non tutti i paragrafi all’interno di un capitolo hanno lo stesso valore, non tutte le frasi all’interno di un paragrafo sono ugualmente dense di significato e alcune parole meritano di essere ricordate più di altre all’interno delle singole frasi.

Se conoscessimo in anticipo la mappatura di ciò che è prioritario da leggere all’interno del testo, potremmo focalizzarci su quello e dedicare meno attenzione al resto.

Ma come sapere in anticipo cosa è fondamentale leggere?

Semplice, è già scritto.

Finora avete sempre pensato che il libro “vero” cominciasse con la prima pagina saltando indice e premessa?

Ecco, il primo errore.

L’indice ci fornisce la struttura del libro ed è il nostro punto di partenza.

Fissa ogni pagina dell’indice per almeno trenta secondi: prima solo i titoli dei capitoli.

Dedica un minuto per capire il percorso del libro: non ti preoccupare di non capire ora il significato profondo del testo.

Non puoi saperlo, ma stai preparando la tua memoria ad immagazzinare nel modo corretto le informazioni che sono contenuto.

E’ come se stessi mettendo nel giusto ordine dei barattoli: ora sono ancora vuoti, ma hai già messo l’etichetta corretta ad ognuno di essi e hai trovato il modo di capire il disegno complessivo dell’opera strutturato dalla mente dell’autore.

Questa intelaiatura è la tua coperta di Linus: non ti deve mai abbandonare.

Tutte le volte che ti sembrerà di aver smarrito il filo, potrai trovare un sicuro rifugio nell’indice.

Ti sei mai chiesto perchè solitamente gli studenti conoscono meglio gli argomenti dei primi capitoli e in modo più superficiali quelli della seconda parte del testo?

Semplice, perchè hanno studiato in modo lineare e pagina dopo pagina la loro capacità di memorizzare si è abbassata.

Il problema è che non c’è scritto da nessuna parte che ogni autore preferisca condensare i temi chiave di un manuale al capitolo 1 anzichè al capitolo 7.

Per capire il testo e ricordarlo a distanza di tempo, bisogna cambiare modo di procedere.

Per ogni capitolo, cerca una sintesi e dai la precedenza a questa anche se è a fine capitolo.

Dopodichè dedica cinque minuti per individuare le parole chiave (quelle sottolineate, evidenziate o messe in rilievo con un carattere in grassetto).

Non leggere il resto per il momento.

Questa sequenza di parole ti servirà a iniziare a fissare i termini fondamentali.

Dopodichè si passa alla lettura del primo e dell’ultimo paragrafo del capitolo.

Perchè? Semplice, i testi hanno spesso una struttura tipica in cui si introduce un argomento, lo si sviluppa e a fine unità si tirano le fila del discorso.

Iniziare dal primo e dall’ultimo paragrafo ci permette di avere una visione d’insieme.

La nostra capacità di memoria va indirizzata: ecco perchè ci conviene procedere così per tutto il libro.

Ciò non significa che i paragrafi intermedi vadano tralasciati ma quando dovremo studiarli, sarà molto più rapido comprenderli e memorizzarli sapendo già dove l’autore vuole arrivare.

Proviamo a riassumere schematicamente le fasi in cui leggere un testo:

1. Dedicare 5 minuti alla memorizzazione e al fissaggio dei contenuti dell’indice e del titolo
2. Se presenti, leggere le sintesi di tutti i capitoli
3. Leggere e memorizzare le parole chiave (quelle sottolineate e/o evidenziate)
4. Leggere solo il primo e l’ultimo paragrafo di ciascun capitolo riordinandolo mentalmente nell’indice
5. Passare alla lettura completa del testo che risulterà decisamente più facile e veloce perchè gli argomenti sono stati già inquadrati correttamente.

Il miglior modo per verificare questa tecnica di memorizzazione..è provarlo!