Come possiamo rendere i nostri clienti soddisfatti e quindi fidelizzarli?

Trattali bene e non raccontargli cavolate!

L’articolo potrebbe interrompersi qui, ma andiamo un po’ più a
fondo, voglio aiutarti a capire come fidelizzare i tuoi clienti.

Partiamo dal presupposto che dietro un “cliente” si nasconde una persona, ed ogni persona ha piacere nel
sentirsi apprezzata ed ascoltata.

Che tu stia parlando con un cliente, col portinaio di casa tua o con la ragazza del bar l’unica cosa che devi fare per renderli tuoi amici è trattarli bene ed ascoltarli.

Se non lo hai ancora fatto, ti consiglio vivamente di leggere “Come trattare gli altri e farseli amici” di Dale Carnegie.

Contiene tutto quello che c’è da sapere sull’argomento, in questo breve articolo cercherò di darti qualche
spunto in più in modo che tu possa avere più chiaro come fidelizzare i tuoi clienti.

Le relazioni tra le persone solitamente si basano sulla fiducia, i nostri cliente hanno fiducia in noi pensando
che al corrispettivo economico che ci corrispondono ne seguirà un beneficio più o meno grande, se viene
disillusa questa aspettativa il rapporto si incrina e sarà difficilmente ricucibile.

Tempo fa parlavo con un mio amico che è un broker assicurativo, dall’alto della sua esperienza mi
raccontava di come aver riportato il rapporto col cliente su un piano più “umano” stia giovando ai suoi
affari.

Riportare ad un piano più umano, nella sua strategia, significa di seguire il cliente ed incontrarlo
anche dopo la stipula della polizza.

Molte volte i commerciali “coccolano” e seguono il cliente con maniacale attenzione fino alla stipula del contratto, per poi abbandonarlo fino a che non si crei un motivo per cui intervenire o nella migliore delle ipotesi finchè il contratto non è da rinnovare.

Personalmente penso che essere seguiti, ascoltati e coccolati fino alla sottoscrizione del contratto od alla vendita, non sia una cosa sbagliata, è sbagliato scomparire dopo!

Come ti sentiresti se qualcuno si comportasse così con te?

Non ti darebbe fastidio la sensazione ( o la certezza ), di essere stato seguito solo fino al raggiungimento
dello scopo e poi essere stato abbandonato?

Cosa penseresti di chi si comporta così, gli affideresti nuovamente del denaro?

Io no! Non è il giusto modo per fidelizzare i tuoi clienti!

Il modo migliore per rendere soddisfatto il nostro cliente è quello di mantenere le promesse fatte al
momento della vendita ed essere sempre presenti, di rispondere al telefono ed andarlo anche a trovare se
si pensa possa aver bisogno del nostro aiuto.

E’ vero, a volte c’è chi ne abusa, molte volte invece ci giungono richieste di intervento (a volta anche superflue), solo per il bisogno di sapere che ci siamo fidati della persona giusta.

Come ho scritto nel primo articolo, bisogna entrare in empatia con la persona che abbiamo di fronte,
cercare di conoscere qualcosa di lui in modo da poter avviare una conversazione il più possibile rilassata e
non incentrata solo sugli argomenti della vendita che cerchiamo di effettuare in quel momento.

Questo ci è costato della fatica, della concentrazione e dell’impegno che è stato ripagato con della fiducia, non sprechiamola! Se vuoi fidelizzare i tuoi clienti devi essere determinato.

Il modo migliore per gestire un cliente è fornirgli il giusto follow up.

Nella mia carriera di venditore, i migliori contatti che ho coltivato sono quelli da cui passavo solo per sapere se stava andando tutto bene, se le cose stavano filando lisce come ci eravamo accordati all’inizio.

A volte passavo senza neanche il campionario o la valigetta, proprio per dare l’impressione che la mia visita fosse una questione personale, un interessamento diretto alla persona con cui avevo stipulato l’accordo.

E’ inutile dirti quante volte, come potrai ben immaginare, questa mia cortesia fosse estremamente apprezzata e che la visita di follow up si trasformasse poi in una vendita!

Ricapitoliamo insieme i punti salienti

Leggiti “Come trattare con gli altri e farseli amici “ di Dale Carnegie.

Puoi considerarlo il pilastro portante della letteratura dedicata alla costruzione di relazioni interpersonali.

Tratta il tuo cliente con rispetto.

Non è un bancomat da cui andare a prelevare quando sei a corto di ordini.

A nessuno piace essere trattato in questa maniera, figurati a qualcuno che ti ha affidato del denaro!

Mantieni quello che hai promesso in fase di trattativa.

Firma qua e poi ci pensiamo farebbe incazzare chiunque!

Leggiti il primo articolo dove ti spiego come trattare un cliente, e continua a farlo anche dopo che hai
venduto o stipulato un contratto.