Come aumentare il flusso di cassa e garantire il benessere della tua attività

Molti imprenditori non sanno come aumentare il flusso di cassa e, purtroppo, ancora di più non sanno cosa sia il flusso di cassa.

Si lamentano di non avere abbastanza liquidità, di non riuscire più a stare dietro  a spese e costi, ma non sanno trovare l’origine del problema.

“Il negozio va bene, i clienti sono contenti eppure sono in rosso!”.

Sembra un paradosso: gli affari vanno bene e si rischia di fallire.

In realtà, il motivo è semplice e se non sai cosa sia il DSO è bene che tu copra subito questa lacuna.

Il DSO è l’acronimo di Days Sales Outstanding e corrisponde al numero di giorni medio impiegato da un’azienda per riscuotere i crediti.

Questa sigla apparentemente sconosciuta per la maggioranza di piccoli e medi imprenditori è, in realtà, molto spesso la causa di crisi di liquidità che possono mettere in ginocchio un’azienda anche quando il volume d’affari è consistente.

Proprio i ritardi nell’incassare, infatti, costringono l’azienda a dover trovare soluzioni alternative per pagare tempestivamente i fornitori con il risultato di inceppare la produzione e di portare all’indebitamento.

Non c’è dubbio che la regolamentazione non sia adeguata per tutelare gli imprenditori e i piccoli professionisti. Ma lamentarsi senza opporre una soluzione al problema non serve a niente. E allora cosa si può fare per accorciare il DSO favorendo l’aumento del cash flow?

Aumenta il flusso di cassa e fai crescere la tua attività

Ecco alcuni possibili suggerimenti per aumentare il flusso di cassa gestendo in modo migliore i tempi per incassare:

1. Facilitare i pagamenti.

Più strumenti di pagamento si mettono a disposizione dei clienti e maggiori sono le possibilità di trovare una soluzione in tempi rapidi.

E’ fondamentale rimanere aggiornati per poter offrire anche gli strumenti tecnologici che rendono più snelle le transazioni economiche.

Questo richiede un lavoro supplementare di formazione e aggiornamento?

Sì!

Ma preferisci far finta di niente e perdere clienti che si rivolgono altrove o maledire nel tuo ufficio i ritardi per la riscossione dei crediti?

2.Non accettare di far credito superficialmente.

Prevenire è meglio che curare.

Consentire metodi di pagamento troppo dilazionati oppure non tutelarsi con sanzioni per chi non rispetta le tempistiche di consegna, non significa venire incontro agli interessi della controparte ma non difendere i propri.

Chi conduce un’attività ha una responsabilità anche verso la propria figura e verso i propri dipendenti, che – giustamente – non vogliono avere conseguenze negative sul proprio stipendio a causa del ritardo nella riscossione dei crediti.

3. Precisione nelle fatture.

Mantenere la contabilità di un’attività è senza dubbio impegnativo e pesante, ma l’alternativa è ancora peggiore.

Gestire con trasparenza e rigore la contabilità permette di verificare prima eventuali ammanchi e di prendere provvedimenti per evitare che eventuali disservizi si cristallizzino nel lungo periodo.

Ecco perchè il DSO è un fattore da considerare perché incide sul benessere economico di un’azienda al pari del fatturato e del bilancio tra entrate e uscite.

Controlla il tuo DSO affinchè i tempi per incassare siano compatibili con il tuo business

Chi si lamenta senza impegnarsi per trovare risposte ai problemi sul come aumentare il flusso di cassa, finisce sempre con l’essere divorato dalla crisi.

Chi pensa di dover accontentare tutti a prescindere, perde due volte.

Innanzitutto, si sovraccarica di lavoro e di incombenze non necessarie e, poi, non curando il benessere economico della propria azienda, non rispetta neppure il patto con i propri collaboratori.

La salute economica del proprio business si difende con una gestione oculata in cui i tempi vengano rispettati: se le entrate arrivano con gravi ritardi, è l’intera attività a finire in tilt.